Parrocchia San Lorenzo Maiorano in Cattedrale - Manfredonia
Vai ai contenuti

Menu principale:

Catechesi > Famiglie > Anno 2013

Parrocchia Cattedrale
"San Lorenzo Maiorano"
Manfredonia


«Ci sono anche ferite gravi e situazioni dolorose in cui si trovano non pochi fedeli che, dopo aver celebrato il matrimonio, hanno divorziato e contratto nuove nozze. La Chiesa è Maestra e Madre: è vicina con cuore di misericordia nella verità del Vangelo e nella fiducia. Essa non esclude nessuno dal suo seno».




Uno spazio di incontro nella fede rivolto
alle persone separate, divorziate, nuove unioni.

“Voglio dirvi che non ci possiamo considerare reciprocamente estranei: voi per la Chiesa siete fratelli e sorelle desiderati e amati. Non allontanatevi dalla vita di fede, né dalla Chiesa. Perché nessuno è mai escluso dalla misericordia di Dio. Nessuno è mai abbandonato, ma solo creato e amato.”

Card. Tettamanzi: Lettera agli sposi in situazioni di
separazione, divorzio e nuova unione.

«Esorto caldamente i pastori e l’intera comunità dei fedeli affinché aiutino i divorziati procurando con carità sollecita che non si considerino separati dalla Chiesa, potendo e anzi dovendo, in quanto battezzati, partecipare alla sua vita.. La chiesa preghi per loro, li incoraggi, si dimostri madre misericordiosa e così li sostenga nella fede e nella speranza».

(Giovanni. Paolo II, Familiaris Consortio, 22.11.1981)

“I credenti in questa situazione non sono esclusi dalla comunità, sono anzi invitati a partecipare alla sua vita, facendo un cammino di crescita nello spirito delle esigenze evangeliche”.                    

(G. Paolo II, Giubileo delle famiglie,  14.10. 2000)


“I divorziati risposati continuano ad appartenere alla Chiesa, che li segue con speciale attenzione, nel desiderio che coltivino, per quanto possibile, uno stile cristiano di vita attraverso: la partecipazione alla santa Messa, pur senza ricevere la Comunione, l’ascolto della Parola di Dio, l’Adorazione Eucaristica, la preghiera, la partecipazione alla vita comunitaria, il dialogo confidente con un sacerdote o un maestro di vita spirituale, la dedizione alla carità vissuta, le opere di penitenza, l’impegno educativo verso i figli.”

Papa Benedetto XVI: Sacramentum Caritatis, n29



Separati e divorziati nella Chiesa, Le parole di papa Francesco

È nella «totalità» di una pastorale matrimoniale che papa Francesco vede la necessità di affrontare la questione divorziati-risposati. Il Pontefice aveva già toccato l'argomento rispondendo alla domande dei giornalisti sull'aereo che lo riportava a Roma di ritorno dalla Gmg di Rio de Janeiro, lo scorso 29 luglio. «È un tema che torna sempre - aveva detto il Papa rimandando alla riunione collegiale dei cardinali consultori in corso in questi giorni in Vaticano -.  Credo che questo sia il tempo della misericordia, questo cambio d’epoca in cui ci sono tanti problemi anche nella Chiesa, anche per le testimonianze non buone di alcuni preti. Il clericalismo ha lasciato tanti feriti e bisogna andare a curare questi feriti con la misericordia».

Una posizione ribadita nell'intervista rilasciata alla Civiltà Cattolica: «Io vedo con chiarezza che la cosa di cui la Chiesa ha più bisogno oggi è la capacità di curare le ferite e di riscaldare il cuore dei fedeli, la vicinanza, la prossimità. Io vedo la Chiesa come un ospedale da campo dopo una battaglia. È inutile chiedere a un ferito grave se ha il colesterolo e gli zuccheri alti! Si devono curare le sue ferite. Poi potremo parlare di tutto il resto. Curare le ferite, curare le ferite… E bisogna cominciare dal basso».

Una dichiarazione di poco successiva a quelle del Papa è quella del cardinale Angelo Bagnasco, che nella Lettera pastorale Scrivo a te famiglia, datata 29 agosto e pubblicata il 25 settembre, scrive «Ci sono anche ferite gravi e situazioni dolorose in cui si trovano non pochi fedeli che, dopo aver celebrato il matrimonio, hanno divorziato e contratto nuove nozze. La Chiesa è Maestra e Madre: è vicina con cuore di misericordia nella verità del Vangelo e nella fiducia. Essa - ribadisce il presidente della Conferenza episcopale italiana - non esclude nessuno dal suo seno».

Avvenire 8 ottobre 2013




La parrocchia San Lorenzo Maiorano, nell’ambito della Pastorale Familiare, incomincia a Novembre un percorso spirituale di accompagnamento  rivolto a quanti sentono il loro cuore ferito. E in particolare è rivolto a quanti  si trovano in una situazione di separazione, divorzio,  nuova unione,  a chi è rimasto solo (vedovo/a) e sente il peso della solitudine  o anche a quanti vivono il loro matrimonio con difficoltà e hanno bisogno di confrontarsi.
Gli incontri avranno luogo una volta al mese presso il Centro Famiglia l’ultimo venerdì del mese alle ore 19:30.
L’anno della fede, lanciato da Papa Benedetto XVI, ci ha ricordato che  è necessario porsi l’obiettivo  di scoprire "Le sorgenti della fiducia in Dio". La fiducia è in grado di scaldare il cuore, ma può anche spezzarlo quando viene tradita. Dobbiamo, quindi,  imparare a fidarci, ma soprattutto ad affidarci, così come impariamo ad amare.



C a l e n d a r i o  e  T e m i


Novembre 29/11/2013 Ore 19:30


"Il nostro cammino nella fede"


Dicembre 27/12/2013 Ore 19:30


"Imparare ad avere fiducia in se stessi"


Gennaio 31/01/2014 Ore 19:30  


"L’avere fiducia negli altri"



Febbraio 28/02/2014 Ore 19:30


"La fiducia tradita"


Marzo 28/03/2014 Ore 19:30


"Il perdono quale atto d’amore nel nostro  cammino di fede"


Maggio 30/05/2014 Ore 19:30


"Aprirsi senza paura agli altri"




Se hai vissuto questa esperienza dolorosa
e desideri proseguire il tuo cammino di fede
puoi chiedere informazioni a:



Don Fernando Tel. 0884/532633
Matteo e Mattia Lombardi Tel. 333/6392281 - mattlomb@libero.it
Dina Rinaldi  Tel. 347/9493929 - leonarda.rinaldi@virgilio

Parrocchia San Lorenzo Maiorano in Cattedrale - Via Campanile 66 Manfredonia Tel.0884532633 «Diocesi di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo»
Torna ai contenuti | Torna al menu